Tukultubitru | COLLANE
7783
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-7783,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12.1,vc_responsive
 

COLLANE E LIBRI IN CATALOGO

 

Tukultu Bitrù, una vera falsa casa editrice, è diretta da un autorevole comitato scientifico-didattico. In catalogo libri prevalentemente fotografici raccolti in queste tre collane:

 

LAT LONG
localizza con latitudine e longitudine il luogo unico degli avvenimenti proposti o il loro luogo finale

 

TITOLI

• Ana. Elefanti da cerimonia fuori servizio
• Cars. Logos & Details
• Cartworks…figures in a tended landscape
• Jain. Shravana Belgola
• During and afterwards
• Kappad Girls. Una giornata al mare
• Meals & Textiles
• M’io d’io
• Occhi
• poesia ridens
• Porto Palermo. Shqipëria
• Room #115
• Sabarimala. Andare da Dio in India
• Sri Ramanasramam
• Tardo pomeriggio di luglio al CVB
• The Rockholm’s Restaurant
• Vadakke Madhom

 

IN VIAGGIO
il contenuto è un viaggio o viaggia o il mondo ci gira intorno

 

TITOLI

• America – standards –
MARKET PEOPLE: UNA TRILOGIA!
• Market People #1
• Market People #2
• Market People #3
ON THE BUS: UNA DUOLOGIA!
• On The Bus #1
• On The Bus #2
• Kolam

 

ALTRI TITOLI
comprende tutto quanto sembrava non rientrare nelle due precedenti collane

 

TITOLI

• Fragments from artists’ statements II
IL DECLINO DEGLI ANFIBI: UNA TETRALOGIA!
• Fotografie inutili
• Fotografie particolarmente inutili
• Altre fotografie inutili
• Altre fotografie particolarmente inutili
• Incessante riposa
• n-ego
• Photoadagia. Fotografie e Proverbi
• pose
• altre pose
• pose india

 

Per maggiori informazioni sui singoli libri seguite i links proposti dal catalogo scorrevole.

 

Scendete ulteriormente nella pagina per conoscere meglio il comitato scientifico-didattico della casa editrice, le caratteristiche tecniche e quelle di stampa.

 

 

 

CATALOGO LIBRI IN AGGIORNAMENTO
11.03.2018: 8 titoli su 35
ISSUU preview: cercare Tukultu Bitrù
Tukultu Bitrù, una vera falsa casa editrice, è diretta da un autorevole comitato, scientifico-didattico, che opera esclusivamente in teleconferenza. L’attuale composizione vede:
Tukultu Bitrù, forse di origine indiana, vive in Africa con una borsa come studio. Si è definito in una lettera ad un amico, Mesauarat, come un uomo libero. Pare piuttosto che sia un po’ sciroccato. Ma è certamente molto convinto di sé. Il suo nome è la traslitterazione di una frase che significa … colui che è saggio. Ha voluto la posizione di direttore e ha imposto il proprio nome alla casa editrice.
Te_Do, di origine indefinita, è il nostro uomo mistico, il legame con la natura nella casa editrice. Ne siamo orgogliosi. Purtroppo siamo venuti a sapere che il suo nome descrive l’officiante smarrito o, più mondanamente: …colui che teme di aver fallito. È attualmente noto al mondo come l’autore di Storie dimenticate di Uru_Meci. Non ha mai creato problemi di gerarchia nel comitato.
Mesauarat, pare sia nato in Egitto, ci è stato presentato dal direttore in teleconferenza. Uomo dal passato di fotografo, si è ora convertito alla restituzione delle immagini perché, dice, “… tutte le immagini sono state sottratte indebitamente, inutilmente ed avventatamente.”
Nessuna donna, spontaneamente o invitata, ha voluto far parte del comitato, scientifico-didattico, di direzione. Molte si sono giustificate dicendo di avere nomi troppo semplici, altre adducendo motivi personali.
I libri Tukultu Bitrù sono fatti a mano, prodotti singolarmente a bassa tiratura totale numerata sullo stampato. Ogni singola pagina, che è realizzata con una stampante ad inchiostro solido atossico, è un’immagine originale, non una stampa tipografica. La stampa con inchiostro solido permette una ricchezza e profondità del colore non ottenibile con altre stampe. L’inchiostro non si mescola alla carta, rimane in superficie, da questo l’aspetto e il rilievo tattile che la pagina stampata presenta.
I libri Tukultu Bitrù hanno tutta la forza comunicativa e la fragilità di un’immagine originale. Sono oggetti da sfogliare con cura e da trattare con la stessa sensibile attenzione che si ha verso le cose che si amano. Sebbene il materiale del colore sia insensibile ai liquidi e all’umidità, la carta ne soffrirebbe. L’immagine rimarrebbe segnata se maltrattata o lasciata esposta al sole diretto.

 

 

 

 

 

 

 

 


Caratteristiche tecniche:
– bordo bianco di 5 mm su ogni lato della pagina
– carta Heaven 42 Scheufelen patinata opaca 155 CIE
– copertina 250 gr/mq plastificata esternamente
– fogli interni 150 gr/mq
– confezione con spirale metallica che permette l’apertura a 180°, per apprezzare le immagini spesso disposte su doppia pagina, ed elimina l’uso di colle